Sirene spianate

Pesante come un macigno
e terribilmente straziatante
è stato il mio grido d’aiuto
una notte d’estate,
le luci blu e una sirena spianata
per me il silenzio più assordante,
Per gli altri il terrore e l’attesa.
Pesante come un macigno è
la verità da portarsi dietro
la verità da dire agli altri,
la verità da spiegare alla famiglia,
E successivamente ai medici.
Ma sono viva
la verità è anche questa,
Sono viva e con le mie piccole gambe
faccio passi da gigante verso
una vita più spensierata,
verso il cambiamento e la stabilità
e con questi versi cerco la serenità.

Su e Giù

Sali sali sali su
rampe di scale infinite,
per poi cadere giù giù giù
quasi come fossi una delle tante gocce
di pioggia pensante d’un giorno
diluviante, uno qualsiasi.
Pesantemente sali
Pesantemente cadi,
Pesantemente rompi ogni osso
del tuo corpo che mai più si sistemerà,
Pesantemente distruggi la tua vita
e con lentezza e sofferenza
riassembli i pezzi, o almeno ci tenti,
Se ci riesci,
come una lumaca lasci
scie di amaro dolore
d’un vissuto mai dimenticato,
Per tutta la vita solo accantonato.